Hotel, bed and breakfast, agriturismo, B&B, Hotels Reservation Hotel, accomodation bed and breakfast, Buchen Hotel

Ignora collegamenti
Ignora collegamenti
Home Chi Siamo Aiuto Utenti
Experts for Sicily
LOW COST ACCOMMODATION: Hotel  B&B Guest House Apartment
International Booking
On line booking for Free
 no Fees no Tax 
Destinazione
Data arrivo Data partenza
N° persone N° camere
Cerca
Secure on line Booking
instant Booking
Agrigento Catania Caltanissetta Enna Messina Palermo Ragusa Siracusa Trapani
 

       


Trapani

Città di Trapani – Aeroporto di Birgi – dormire – turismo – Vacanze - prenotazioni - Sicilia


Trapani e la sua provincia costituiscono la punta occidentale della Sicilia e, con l’isola di Pantelleria , anche l’ultimo avamposto italiano sul mar Mediterraneo. Il capoluogo è circondato a sud, dalla città di Marsala , vera punta estrema dell'isola, alle spalle dalla collina di quello che, tradizionalmente, i trapanesi chiamano “monte” Erice (750 m.s.l.m.); infine, dai meravigliosi siti archeologici di Segesta e Selinunte all’estremità orientale della provincia.

letti a Trapani

Dall’antichità Trapani ha saputo sfruttare le ricchezze e i favori elargiti da Madre Natura in grande quantità. Le attività economiche più fiorenti della città di Trapani sono, infatti, quelle legate all'estrazione e alla commercializzazione del sale, alla pesca (famoso in tutto il mondo - e pittoresco - è il rito della “mattanza" per la pesca del tonno), quelle commerciali e turistiche, dedite allo sfruttamento della posizione naturale e del porto ed infine l'estrazione e la lavorazione del marmo e del corallo. L’importante attività portuale permette collegamenti diretti e costanti di Trapani con il centro-nord d’Italia, le isole di Ustica, Pantelleria ed Egadi, ma anche con la Tunisia.

La città di Trapani sorge sullo stesso promontorio dell'antica Drepanon il cui significato (dal greco “falce”) è ampiamente giustificato dalla forma della sua penisola allungata sul mare. I suoi primi insediamenti costieri si svilupparono originariamente per servire come sbocco commerciale alla cittadina di Eryx, l'odierna Erice, sita sull’omonimo monte e anticamente più importante anche perché arroccata e, dunque, naturalmente più protetta. Trapani è detta anche “città tra due mari” essendo circondata dalle acque (con un’altitudine media di tre metri s.l.m.) e costituendo di fatto l’ideale punto di incontro dei mari Mediterraneo e Tirreno.

Resort, Trapani

Riassumendo in poche parole l’impressione che della città di Trapani ebbe un geografo arabo alla corte del Re normanno Ruggero intorno al 1100 d.C., si potrebbe dire che sia un “porto tranquillo”, sicuro e protetto dai venti e dalle tempeste, dalle cui acque si pesca in “quantità strabocchevole” anche il tonno e si ricava “corallo di prima qualità”, senza dimenticare l’altra ricchezza locale costituita dalle saline . Ecco perché la città di Trapani “Città del Sale e della Vela” ha avuto l’esclusivo privilegio di ospitare i Louis Vuitton Act 8 e 9, tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre del 2005. Le garanzie offerte agli organizzatori della 32^ America's Cup di Vela erano le condizioni meteo ideali; la vicinanza del “campo” di regata alle basi dei team partecipanti; l’ottimale fruibilità dell’evento di caratura mondiale sia da parte del pubblico da terra che dei media; lo spettacolare palcoscenico offerto dal panorama costiero e dall'arcipelago delle Isole Egadi proprio di fronte a Trapani.

Il cuore della città di Trapani è sempre stato rappresentato dal porto, che infatti è collocato nel centro storico. Quello che originariamente era sorto come “porto di Erice” si è, nel tempo, sviluppato mantenendo la caratteristica forma di falce. Alle tradizionali quattro torri d’avvistamento (Torre Vecchia, Torre del Castello di Terra, Torre Pali e Torre di Porta Oscura o dell’Orologio) durante le guerre puniche si aggiunse il Castello della Colombaia. Una fortificazione muraria univa le torri (lungo i tracciati delle odierne vie Garibaldi, XXX Gennaio, Torre Pali e Torre Arsa) proteggendo l’insediamento urbano di Trapani.

hostel trapani hostel

Dalla dominazione aragonese in poi, accanto all’antico rione “Casalicchio” (o di San Pietro, ne furono gradualmente edificati di nuovi e fu rafforzata la cinta muraria con bastioni e undici porte. All’estrema punta della falce, quindi in “mare aperto”, nel 1671 venne eretta la Torre di Ligny, all’interno della quale oggi espone il Museo della Preistoria, mentre curiosamente nel 1862 il neonato Governo Italiano revocò a Trapani la qualifica di “Piazza d’Armi. Ciò comportò l’obbligo di abbattere le fortificazioni e i bastioni, circostanza che favorì l’estensione dell’insediamento urbano nella Marinella (dopo la bonifica della zona), la realizzazione di nuove strade (come l’attuale arteria principale, via Fardella) e la costruzione di numerosi importanti edifici (come il Palazzo delle Poste, della Provincia e della Capitaneria di Porto).

hotel.trapani

Nel frattempo, in seguito all’esproprio dei beni ecclesiastici, molti edifici religiosi della città di Trapani furono abbattuti o riconvertiti per fini “civili”. L’attuale ricostruzione del rione San Pietro (con il centralissimo Corso Italia) e la creazione di rioni periferici sul lungomare sono successivi al periodo della II Guerra Mondiale.

In tempi più recenti, accelerando particolarmente sotto la spinta della manifestazione velica della 32^ America's Cup, la municipalità trapanese ha parzialmente modificato la viabilità del suo centro storico, ha ristrutturato ed abbellito parti antiche della città di Trapani, ha valorizzato e reso maggiormente fruibili alla cittadinanza ed ai turisti le sue bellezze naturali e architettoniche. Inoltre, dopo 30 anni di chiusura è stata ripristinata la via aerea che, con una modernissima funivia ed in soli 10 minuti, collega Trapani con la vetta di Erice.

alberghi a trapani

L’imprenditoria di Trapani ha, da tutto ciò, tratto stimolo e profitto e sono numerose le attività ricettive di vario genere sorte negli ultimi anni a Trapani e negli immediati dintorni. Oltre ai locali per il tempo libero, sono sorti Hotel, , Bed and Breakfast, B&B, nuovi ristoranti, trattorie, wine-bar e locande, per quanto attiene la ristorazione, ma anche alberghi, hotel, bed and breakfast, pensioni, residence, Case Vacanza, campeggi, villaggi, affittacamere che hanno notevolmente aumentato la disponibilità alloggiativa locale.

Il clima a Trapani è tipicamente mediterraneo, con inverni raramente freddi ed estati moderatamente calde e afose. Le temperature di Trapani raggiungono eccezionalmente i 40°C con umidità relativamente bassa. I venti a Trapani sono frequenti e modeste le precipitazioni.

case vacanze a trapani sicilia

Il territorio comunale di Trapani vasto circa 270 km quadrati, si presenta generalmente pianeggiante o collinare. La popolazione conta 71mila abitanti, che diventano circa 100mila considerando la stretta contiguità con la frazione ericina di Casa Santa.


.. il Mito di Trapani

Un’antica leggenda narra che la caratteristica forma della città di Trapani, allungata sulle acque del Mediterraneo, sia da attribuire alla caduta accidentale di una falce dalla cesta di Cerere, dea delle Messi, disperatamente intenta a vagare per la Sicilia in cerca della figlia scomparsa. Proserpina, incantevole fanciulla, era infatti stata rapita da Plutone, il dio degli Inferi, che la portò nel suo regno sotterraneo per renderla sua sposa. Scoperto l’arcano, dopo l’inutile ricerca, Cerere si rivolse al fratello Giove pretendendo la restituzione della figlia, ma il padre di tutti gli dei non volle esaudire la sua richiesta. Sempre secondo la mitologia, fu così che cominciarono ad arrivare terribili carestie sull’isola poiché la dea, che aveva insegnato agli uomini a coltivare e rendere fertili i campi, si ritirò distrutta dal dolore. A quel punto, l’ineTrapanibile l’opera di mediazione di Giove raggiunse il compromesso di lasciare in sposa a Plutone una Proserpina ormai non più vergine, ma di concedere a madre e figlia di ricongiungersi nella bella stagione fino al periodo del raccolto, ad autunno inoltrato. La stagionale fuoriuscita di Proserpina dal mondo degli Inferi spiegherebbe l’abbondanza primaverile.

casa vacanza trapani casa vacanza

Un secondo mito di Trapani inerente l’antica Drepanon narra invece del Gigante Tifeo al quale venne imposto di sostenere l’intera Sicilia per espiare la colpa di aver osato sfidare gli dei, impadronendosi della sede del cielo. Pertanto la Sicilia sarebbe sorretta dal Gigante con la sua mano destra sotto Messina, la sinistra all’estremità meridionale in corrispondenza di Pachino con la testa sotto l’Etna mentre la punta più occidentale, Trapani, poggerebbe sulle ginocchia del povero Tifeo.


 

    www.Bookingonsicily.com
 
Contatto Termini Inserisci struttura Accesso struttura Privacy
Bookmark and Share